Gli 883 dissero che qualcuno aveva ucciso l’Uomo Ragno. 20 anni fa.

Facevano canzoni leggere. Raccontavano di cazzate, di scuola, di feste, di amici, di ragazze. Ogni tanto saltava fuori qualche parolaccia e si rideva, magia dell’infanzia e dell’adolescenza. Riascoltarle ci fa sorridere, forse per i ricordi alle quali sono collegate, magari perché ci riportano alla mente altri periodi, altri luoghi, altre persone. Erano gli 883. C’era Repetto, c’è Max Pezzali.

20 anni fa usciva Hanno ucciso l’Uomo Ragno.